Biblioteca Comunale "Isidoro Chirulli" di Martina Franca

Dal settembre 2003 la biblioteca, ha dato avvio a un rinnovo dell’impianto complessivo e degli spazi, e degli strumenti di ricerca, e dei servizi al pubblico. Infatti, innanzitutto ha deciso di dotarsi di uno strumento catalografico scientifico, rispondente agli standard internazionali di catalogazione e completamente informatizzato, punto di avvio per l’automazione di tutti i servizi della biblioteca. Sulla scia probabilmente di questo “rinnovato entusiasmo bibliotecario” la biblioteca risponde nella primavera del 2005 al bando della Regione Puglia, Settore Musei, Beni Culturali e Archivi relativo al finanziamento di progetti relativi all’azione “Sistema delle biblioteche” nell’ambito dell’APQ in materia di beni e attività culturali proponendo un intervento per completare e proseguire il percorso avviato mediante attività che possano facilitare e favorire l’accesso di tutti i cittadini alle risorse documentarie della biblioteca comunale nonché promuovere l’offerta di nuovi servizi in sintonia con i bisogni informativi della moderna società contemporanea.
L'intervento di completamento e fruizione (finanziato con i fondi di cui alla Delibera CIPE n. 17/2003) prevede l’esecuzione di differenti lavori di carattere biblioteconomico, mirati a perseguire i seguenti risultati:

• realizzazione di un sistema informativo coordinato che favorisca la conoscenza e l’utilizzazione dei beni librari e documentari esistenti nel territorio in conformità alle tendenze nazionale e regionali di adeguamento e partecipazione al Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN);
• coordinamento dei servizi bibliotecari con le altre istituzioni culturali, pubbliche e private, operanti sul territorio con particolare riferimento alle risorse bibliografiche, professionali e tecniche;
• acquisizione, conservazione, tutela, valorizzazione e pubblica fruizione di nuovi beni librari e documentari;
• promozione di attività culturali correlate con i beni librari e documentari, con la loro conoscenza e valorizzazione e con le finalità proprie delle istituzioni bibliotecarie;
• elaborazione, realizzazione e gestione di specifici progetti finalizzati all’attivazione di servizi innovativi di qualità a favore della pubblica lettura, della documentazione tradizionale e in rete, della conservazione, valorizzazione e tutela del patrimonio librario e documentario, del miglioramento e potenziamento delle attività bibliografico-informative per i cittadini e per l’educazione permanente;
• istituzione della Mediateca e dei servizi multimediali, inaugurata pubblicamente il 18 ottobre 2007.